PAPER

LOGISTICA E COMPETITIVITÀ

Il gap logistico dell’Italia tra guerra e pandemia

Sentiamo spesso parlare di ritardo infrastrutturale dell’Italia. Ma è davvero così? Quali sono gli effetti su imprese e cittadini? Lo sviluppo infrastrutturale di un Paese incide inevitabilmente sul suo potenziale di crescita economica, sulla competitività del suo tessuto produttivo e sul benessere della collettività. L’Italia, nonostante l’elevata propensione al commercio internazionale, frutto di una buona considerazione dei prodotti Made in Italy sui mercati globali, sconta un ritardo rispetto ai principali competitors internazionali. Un costo che per il Paese risulta pari a 77 miliardi di euro di “export perduto”, circa il 15% del valore complessivo delle esportazioni nazionali. Tra i settori più colpiti c’è quello agroalimentare, per il quale la logistica risulta cruciale. Il settore si colloca nella parte alta della classifica delle perdite con 8 miliardi di euro, pari al 15% dell’intero export del settore.

Le bioenergie agricole come volano della transizione energetica

Sentiamo sempre più spesso parlare di transizione ecologica. Qual è il ruolo delle bioeenrgie?…

Regole ambientali, sociali e sanitarie troppo distanti che richiamano il principio di ‘reciprocità’

Sentiamo sempre più spesso parlare di ‘Mercosur ’ e del Principio di reciprocità. Ma di cosa si tratta?…

Gli effetti di 2 anni di guerra in Ucraina e le tensioni nel Mar Rosso

Sono trascorsi ormai due anni dallo scoppio del conflitto in Ucraina. Quali sono state le conseguenze?…