PAPER

IL CONTROMERCATO

Dal mercato fuori le mura a quello dentro le mura, fino al mercato senza mura e a quello in rete

In un sistema di produzione in cui il cibo è stato ridotto alla funzione di merce qualsiasi, soggetta spesso alla speculazione finanziaria nelle grandi Borse merci mondiali, il mercato contadino riesce ad accorciare le filiere, ri-territorializzare la produzione e a ridare identità e valore ai prodotti della terra. Partendo dalla loro nascita, il Paper analizza l’importanza nel presente e per il futuro dei mercati contadini, non solo luoghi di vendita, ma nuove “agorà del cibo” attraverso le quali si diffonde una nuova pratica agro-alimentare, fondata sui principi della solidarietà, dell’innovazione e sul rispetto della biodiversità e stagionalità del cibo.

Cibi mascherati e modelli di etichettatura fuorvianti che minacciano salute, consumatori e imprese

Il futuro del cibo e dei consumatori è messo in serio pericolo dal consumo di cibi ultra-processati che non hanno nulla a che vedere con la qualità, la salubrità e la distintività del cibo naturale….

Cosa producono la globalizzazione degli scambi e la separazione delle regole

Il Paper analizza il rischio sempre più concreto di penalizzare la produzione europea e al contempo sostenere le importazioni da paesi con standard ambientali decisamente più bassi dei nostri….

Cambiamenti climatici e ritardi infrastrutturali aggravano il quadro di preoccupazioni per ambiente, cittadini ed imprese

Gli eventi climatici estremi degli ultimi anni richiedono necessariamente una strategia di ampia portata. Il Paper analizza possibili risposte ed interventi strutturali ormai improrogabili….